MURA SAND TOUR 2018: STORIA DELLE CITTÀ IN GRANELLI DI SABBIA

 

Il progetto “Mura Sand Tour” prevede la realizzazione di una serie di eventi in diverse città italiane per far riscoprire la storia locale tramite una particolare forma di espressione artistica: l’arte di disegnare con la sabbia o sand art.

La sabbia, unico e labile elemento materiale impiegato dall’artista, viene magistralmente lavorata per dare forma ad una serie di immagini bidimensionali. Tali raffigurazioni prendono vita anche grazie alle sfumature ottenute in base al diverso spessore dello strato di sabbia, nonché per l’azione della fonte luminosa proveniente dalla superficie traslucida del supporto su cui il materiale viene steso. I disegni, elaborati unicamente dal vivo, scompaiono, riappaiono ed evolvono in una creazione artistica continua restando impressi nella memoria collettiva; ogni momento della performance diventa unico ed irrepetibile e le immagini, costantemente trasformate, si susseguono con ritmo vivo e veloce, suscitando stupore e meraviglia nel pubblico di ogni età.

Per il presente progetto, pertanto, la sand art rappresenta il linguaggio artistico a cui affidare la narrazione di affascinanti storie delle città italiane e la promozione della loro cultura. Un nuovo modo di fare e comunicare arte, interattiva ma nello stesso tempo attaccata alle nostre radici storiche.

Il nome “Mura Sand Tour” si ispira alla pratica, sviluppatasi a partire dal XVII secolo, del “Grand Tour”, il viaggio di formazione che l’aristocrazia europea soleva intraprendere per ampliare e affinare le proprie conoscenze. Tale esperienza, che aveva generalmente l’Italia come meta privilegiata, poteva essere limitata nel tempo così come perdurare diversi anni. Al pari del Tour del passato, anche quello che viene qui proposto vuole toccare il maggior numero possibile di località italiane. In tal modo si può avere la possibilità di narrare significativi episodi di storia locale. A differenza di quello antico, esso, però, non è destinato ad un élite bensì mira a coinvolgere l’intera cittadinanza. Le performance del “Mura Sand Tour” sono infatti strutturate in modo tale che i messaggi possano essere compresi e fruibili da un pubblico eterogeneo.

Le attraenti sequenze di immagini in movimento consentono la descrizione di particolari episodi legati alla città in cui l’evento artistico viene ospitato. Una perfomance storica di arte contemporanea.

Il racconto illustrato viene intervallato da un accompagnamento musicale, creato per caricare emotivamente l’esecuzione e da una voce fuori campo che racconterà gli episodi particolari e salienti riprodotti dall’artista. L’individuazione di tali “pillole di storia” da raffigurare si deve ad uno studio approfondito da parte di un gruppo di storici dell’arte riguardante ogni singola realtà italiana. Nelle diverse località in cui l’evento artistico viene proposto, quindi, esso diviene uno spettacolo personalizzato ed inedito caratterizzato da concetti e narrazioni sintetici e chiari. La fusione e la sinergia tra disegni, melodie e narrazione contribuiscono alla creazione di un’opera d’arte completa ed esclusiva.

La performance, proiettata su un grande schermo, immerge il pubblico in un’atmosfera particolarmente avvolgente, mentre l’artista al lavoro rimane quasi nascosto nella penombra. Le storie di sabbia che escono dalle mani di Fatmir Mura trasportano il pubblico in un mondo lontano e lo accompagnano in un percorso di conoscenza.